Crea sito

Il cielo stellato sopra di noi

Posted on 28 Mar, 2018


di Movimento 5 Stelle Partinico

Cominciamo da Attila. Perché? Se fosse giunto in questi anni alle porte di Partinico avrebbe ordinato ai suoi di andare oltre. Insomma, di non perdere tempo con una città saccheggiata. Diciamocelo francamente: nemmeno lui sarebbe stato capace della devastazione che ci circonda e che ci viene consegnata da 10 anni di amministrazione Lo Biundo. Parallelismo eccessivo? Sforziamoci di fare un bilancio: nessun appassionato tentativo di giustificazione può, nel rispondere alla questione “cosa è stato fatto?”, esimersi dal constatare il “poco se non il niente che è stato fatto”.

I principi dell’imparzialità, del buon andamento amministrativo, della salute pubblica sono stati piegati alla logica del do ut des, alla superficialità di governo, all’individualismo spietato contrario all’interesse di tutti. Il risultato? La crisi trasversale, economica e culturale, alla quale i politici di professione in questi anni non hanno saputo porre freno, probabilmente perché troppo impegnati a salvaguardare posizioni di potere. La crisi si è tradotta in schifo: e lo schifo ci ha sommerso. Flagello o cosa?

Nemmeno gli apprezzabili e coraggiosi scatti di orgoglio culturale ed economico ad iniziativa privata sono stati sufficienti per cambiare drasticamente rotta. Perché, ancora una volta, il menefreghismo di chi ci ha governato ha avuto il sopravvento. 

Per cinque anni in campo, tra la gente, abbiamo intercettato i bisogni più importanti: dei cittadini ci siamo fatti portavoce. È sulla base delle esigenze intercettate, che, con orgoglio, stiamo sviluppando un Programma per una Partinico a Cinque Stelle. Per una città in cui non ci si adegui alla sopravvivenza e non si insista sulla rassegnazione. Perché nessuno sia lasciato indietro. Perché all’incompetenza, all’individualismo e alle scelte dei pochi, all’economia delle grandi industrie inquinanti, al disagio giovanile, all’isolamento delle attività commerciali, sappiamo quale concreta soluzione somministrare; in breve, sappiamo come rispondere. Con la competenza e l’onestà, con la democrazia partecipata e la trasparenza, con strategie incentrate su agricoltura e turismo rispettose dell’ambiente, con programmi specifici a sostegno dell’arte, dello sport e della formazione. Perché, prima di tutto, siamo cittadini.   

Continuiamo a lottare per rendere migliore questa città.  

Facciamolo ancora una volta, insieme.  

Noi siamo pronti.