Crea sito

Giulio torna in Villa

Posted on 30 Mar, 2018


di Movimento 5 Stelle Partinico

“Ossigeno. Aaaahhhh. E quelli!? Sono raggi di Sole!!!”. Non è il passo testuale di un Thriller di Hitchcock mentre un sequestrato si libera dopo anni di internamento. Non è l’estratto di un racconto dell’orrore. Sono le sensazioni che avranno provato quei pesci durante le operazioni di svuotamento, pulizia e riempimento della Fontana in Villa R. Margherita. Ebbene quei pesci, a loro modo, hanno ringraziato mentre si pulivano le branchie: noi, invece, abbiamo ringraziato loro per avere resistito nonostante gli strati di melma accumulatisi in questi anni. Se ti prendi nel tempo cura di qualcosa, finisce che te ne innamori. E farai di tutto per proteggerla.

“Sono le 19.00. Smetto di leggere questo libro, giusto per tornare a casa in tempo per la cena”. Nemmeno questo è Hitchcock. Men che meno saranno le sensazioni di quei pesci! Sono le parole di Giulio, uno studente al quale piace leggere buoni libri. Può, adesso, tornare a stare in panchina per dedicarsi un po’ di tempo, tra gli alberi, ben ripuliti. Mentre i getti d’acqua spruzzati dalla fontana che torna a risplendere, l’anfiteatro ripristinato ed il cinguettio primaverile degli uccellini fanno da cornice. Non è un parco a Berlino; non è Torino; è sempre Villa R. Margherita, a Partinico, la nostra Città. E’ l’esito di mesi di lavoro compiuti dagli Attivisti cinque-stelle affiancati da alcuni operatori comunali. Se ti prendi nel tempo cura di qualcosa, finisce che te ne innamori. E farai di tutto per proteggerla.

Se associamo a questo gli interventi progressivi a decorrere dal Dicembre 2017, beh: osiamo nel sostenere che quanto è stato fatto può essere fatto, insieme, per l’intera Città? Osiamo nel ritenere che con il buon senso, l’ottimizzazione delle risorse umane, materiali ed economiche a disposizione, la volontà, è possibile cambiare e amministrare degnamente, ancora insieme? No, non stiamo osando. Nemmeno sognando. Stiamo continuando a fare.

Torniamo ai pesci. Proviamo adesso a identificarci con loro: essi siamo noi cittadini mentre la vasca è la Città in cui viviamo. La differenza dove sta? Loro hanno potuto solo resistere allo schifo. E ci sono riusciti (che forza!). Noi, insieme, possiamo fare di più. Molto di più.